Inter, Spalletti: lodi per Karamoh e bordata per Brozovic

Inter, Spalletti: lodi per Karamoh e bordata per Brozovic

Minervino Buccola
Febbraio 12, 2018

Siamo andati in vantaggio, poi un infortunio ha rimesso il risultato in parità, ma nella ripresa abbiamo fatto bene.

"Dobbiamo alzare un po' la qualità, ma senza perdere gli equilibri".

Dopo il successo con il Bologna, che ha messo fine a un digiuno di vittorie di 10 partite, Spalletti rimane con i piedi per terra. Spalletti ha provato in qualche modo a chiarire situazione ed atteggiamento: "Ci sono delle regole che vengono fatte dall'allenatore e dalla società". I nerazzurri non facevano bottino pieno dal largo 5-0 rifilato al Chievo lo scorso 3 dicembre, poi avevano inanellato una lunga serie negativa. "Ma ha fatto un gran gol, nel complesso mi è piaciuto molto".

Nel post partita, Luciano Spalletti parla anche di Brozovic, affermando che chi non segue le regole si esclude da solo. Perišić ha cominciato in quella posizione da mezzala sinistra perché secondo me lo può fare. Chi non le rispetta si autoesclude, non è che lo punisco io. "Adesso ha anche delle alternative che può utilizzare e che magari possono cambiare la gara". Karamoh non ha sentito la pressione e ha segnato un eurogol: dribbling ai danni di Pulgar e conclusione di sinistro a giro. Lisandro ha preso una bella botta, anche Ivan ha preso una botta, ha preso questa lasagna che c'aveva dolore forte e va valutato, lì entrano in gioco i medici. È stata una partita molto importante, bisogna arrivare in Champions.

Donadoni si è arrabbiato per il tocco di mano di D'Ambrosio nel finale.