Prodotti di carnevale contraffatti, blitz della Finanza in due negozi cinesi

Prodotti di carnevale contraffatti, blitz della Finanza in due negozi cinesi

Prospera Giambalvo
Febbraio 11, 2018

L'operazione, eseguita dai militari del nucleo mobile della compagnia della Guardia di finanza di Avellino, è stata condotta in un negozio gestito da cittadini di origine cinese all'interno del quale sono stati rinvenuti artifizi pirotecnici, per un ammontare di oltre 50 chili, destinati alla vendita ed esposti nel locale commerciale in maniera non conforme alle prescrizioni di legge e a stretto contatto con altri prodotti altamente infiammabili.

I finanzieri hanno monitorato dei profili sui social network e, dopo averli sorvegliati, hanno ottenuto le prime prove sequestrando quattro cartoni di borse Louis Vuitton false diretti a Budoni.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Latina, nell'ambito delle più ampie attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e alla repressione della contraffazione e degli illeciti in materia di sicurezza prodotti e tutela della concorrenza, hanno proceduto a sequestrare un ingente quantitativo di merce destinata ad essere utilizzata prevalentemente da bambini in occasione dell'imminente periodo di carnevale e in violazione alle norme sulla sicurezza. A partire da questa circostanza ormai nota ai finanzieri, gli stessi sono riusciti ad individuare alcune linee di importazione di grossi quantitativi di merci contraffatte provenienti dall'estero e destinate a rifornire il mercato del falso in tutta Italia. Gli stessi sono risultati poi contenere alcune scarpe contraffatte e circa 2000 etichette riproducenti il marchio di 6 noti brand di moda; il successivo intervento dei militari, operato non appena il destinatario ha ritirato il pacco sulla porta della propria abitazione, ha permesso di scoprire un vero e proprio laboratorio tessile destinato alla trasformazione di capi cd "neutri" in capi contraffatti.

Un milione e 750mila articoli contraffatti tra maschere, costumi, accessori, gadget e capi d'abbigliamento. Tali soggetti sono stati denunciati a piede libero all'A.G. per reati di introduzione nel territorio dello stato, commercializzazione e vendita di prodotti recanti marchi contraffatti. 12, e al sequestro della merce per violazione al decreto legislativo nr.