Napoli-Lazio, Simone Inzaghi:

Napoli-Lazio, Simone Inzaghi: "Secondo tempo inaccettabile. Felipe tornerà"

Minervino Buccola
Febbraio 11, 2018

Il tecnico biancoceleste si è soffermato sulla marcia d'avvicinamento alla gara, sulla questione Felipe Anderson, sulle condizioni di Mertens e molto altro. "Ci deve essere una analisi giusta, questa squadra ha capito l'importanza della partita di domani". Con un primo tempo così avremmo dovuto chiudere con un doppio vantaggio, per portare a casa il risultato qui dobbiamo stare attenti per 95 minuti, non lo siamo stati e abbiamo perso giustamente. "Servirà una partita sopra le righe".

Avversari. "Il Napoli gioca il miglior calcio d'Europa". All'andata poteva andare diversamente, ma poi la perdemmo. Normale che quando si perda una partita, ci siano un po' di malumori. "Alla fine arriveranno appaiate". "Chi conosce bene l'atmosfera all'interno di questa squadra sa che è in buona salute, purtroppo abbiamo dei cali di tensione in alcune partite, questo è un errore del passato e del presente, dobbiamo cercare di eliminarlo nel futuro". Ho preferito dare il giorno libero dopo il Genoa perché venivamo da un tour de force.

Arbitro Banti. "Ha grande esperienza e arbitrerà bene una gara molto importante". Lui sa cosa deve fare, deve avere un altro atteggiamento: "quando lo farà tornerà a farci vincere le partite".

Pugno duro di Simone Inzaghi nei confronti di Felipe Anderson non convocato per la trasferta di domani al San Paolo dopo la lite in settimana. Ha avuto solo un leggero affaticamento. "Lasceremo qui Pedro Neto che giocherà con la Primavera". Lui è un patrimonio della società, che ho sempre tutelato. Stavolta sembra tocchi invece a Wallace, provato di nuovo tra i titolari: "Sta tornando ad alti livelli", assicura Inzaghi.

"Bene, è un grandissimo professionista, che mi mette in difficoltà tutti i giorni in allenamento". Se non gioca domani lo farà a Bucarest.