Lega A: Nicoletti rinvia al 27/2 assemblea elettiva

Lega A: Nicoletti rinvia al 27/2 assemblea elettiva

Minervino Buccola
Febbraio 11, 2018

Ha replicato Urbano Cairo, presidente del Torino: "Mancanza di stile?" Vogliono aspettare il commissario Giovanni Malagò che, nel ruolo di presidente del Coni, e quindi di massimo dirigente dello sport italiano, sarà impegnato fino a fine mese in Corea del Sud, per i Giochi Olimpici invernali. Queste le parole - riportate da Gazzetta.it - del Presidente del Coni: "Cairo è un amico, non voglio creare nessuna polemica".

Ma, detto tutto quanto sopra, con tutto il rispetto possibile, Malagò ha colpito dicendo che da parte di Cairo è stata una "mancanza di stile". "Ricevuta in data odierna formale comunicazione che un gruppo di società (Benevento, Bologna, Fiorentina, Inter, Juve, Roma, Samp e Sassuolo) non avrebbe partecipato all'assemblea del 14 febbraio facendo di conseguenza venir meno il numero legale per la validità della stessa - spiegano in Lega - il vice commissario Nicoletti, in accordo con il commissario Malagò ha appena informato tutti club che la riunione sarà posticipata alla data già prevista del 27 febbraio". "Credo sia giusto procedere con una certa celerità perché alcuni potrebbero non aspettarci". Non solo e non tanto criticarlo, ma convocare l'Assemblea tanto in fretta, per il 14 febbraio. Per questo otto società hanno chiesto la convocazione dell'assemblea per le cariche elettive.

Poi se vogliamo parlare parlare di stile e di forma, non è che mi sia sembrato molto elegante da parte di Malago' non venire lunedì scorso all'assemblea. La Lega ha fatto un percorso da novembre ad oggi per trovare un soggetto che desse garanzie per la carica di a.d. e sono state contattato persone di livello (Tebas, De Siervo e Kahale, ndr) che aspettano risposta da settimane.