Inzaghi accetta la sconfitta:

Inzaghi accetta la sconfitta: "Perso giustamente, non abbiamo reagito"

Minervino Buccola
Febbraio 11, 2018

In seguito al comportamento del calciatore, la società è intervenuta per punire il suo tesserato, non convocandolo per la trasferta di Napoli. Il tutto alla vigilia del confronto col Napoli che misurerà lo stato di salute della squadra di Simone Inzaghi.

Segnare di meno è stato un caso o crede che gli avversari si stiano attrezzando contro di voi? E' giusto analizzare e porsi dei perché sulla gara con il Genoa, ma da qui a dire che siamo in crisi ce ne passa. "Serve l'intensità che mettemmo nella gara d'andata". Non c'erano avvisaglie per un secondo tempo così. Dobbiamo tenere la concentrazione per 95 minuti, ormai l'abbiamo capito. Napoli capita nel peggior momento? "Lo siamo stati con la Juventus ma oggi ci abbiamo messo del nostro". Poi quando i risultati non arrivano scatta un po' di allarmismo, ma le analisi vanno fatte in modo lucido. "In due anni e mezzo non avevamo mai perso tre partite in fila. La Lazio si è allenata bene in questi tre giorni e sono convinto che faremo una partita importante". Sicuramente le aspettative su di noi si sono alzate, nessuno si aspettava la vittoria della Supercoppa e questa classifica e ora tutti si aspettano di più. Abbiamo fatto un buon primo tempo ma il gol ci ha condizionati. Di seguito è tornato a commentare la Lazio a due facce. "La squadra sa dell'importanza del match di domani, cercheremo di giocare nel migliore dei modi". Dovevamo raddoppiare perché lo meritavamo. Nel secondo tempo lui poteva palleggiare. E' di tutti, me compreso. Non sono accuse ma osservazioni e Felipe e´ libero di avere le sue emozioni senza accuse. Vedere il mio Napoli dall'alto nella ripresa mi ha dato gusto.

Per l'allenatore biancoceleste resta il rammarico del gol subito da Callejon. Tre sconfitte consecutive non erano capitate, dobbiamo essere bravi ad analizzare. "Testa alta e ripartire". Prima la carota: "Su di lui sono state dette cose inesatte, i malumori sono normali dopo una sconfitta che non è arrivata per colpa sua". "Sa cosa fare e quando lo farà tornerà ad essere il giocatore che fa vincere le partite".