Genoa, il punto di Ballardini sulla sfida contro il Chievo Verona

Genoa, il punto di Ballardini sulla sfida contro il Chievo Verona

Prospero Rigali
Febbraio 11, 2018

Nella conferenza stampa prima del match contro il Chievo, il tecnico ha risposto ad alcune domande sul lavoro svolto a gennaio: "I nuovi arrivati sono professionisti seri e perbene, tutti felici di essere qui con voglia di dimostrare di essere d'aiuto al Genoa". Davide Ballardini, allenatore del Grifone, si aspetta una conferma: "A Verona vogliamo dare continuità alla preziosissima vittoria ma soprattutto alla prestazione fatta di tante cose buone. Conta quello che si dimostrerà in campo".

Capitolo formazione, Ballardini ammette: "Non credo che faremo grandi cambiamenti rispetto a Roma". Il Genoa dovrà fare a meno dello squalificato Rossettini e degli infortunati Izzo, Veloso, Rossi, Taarabt e Rosi. Intanto la societa' ha reso noto che mercoledi' 14 febbraio, alle 17 presso la Sala 1893 del Genoa Museum and Store, presentera' "il difensore Jawad El Yamiq, colonna della nazionale marocchina e proveniente dal Raja Club Athletic di Casablanca". Sugli avversari. "Il Chievo è una squadra educatissima, sempre in controllo della situazione". Può giocare in tutte tre le posizioni della difesa, meglio al centro o sul centrodestra, visto che in Marocco giocava spesso lì nella difesa a 4. Loro in crisi? Saranno motivatissimi. Per quanto riguarda le sfide del Bentegodi, l'anno scorso le due squadre impattarono sullo 0-0, con Birsa che fallì un calcio di rigore.

Infine, una battuta extra, sul Festival di Sanremo. "Siamo consapevoli della difficoltà della partita di domani". La mia canzone preferita? "E poi mi sono piaciuti la Vanoni e Ron".