UBI Banca, Massiah spera in

UBI Banca, Massiah spera in "un 2018 estremamente favorevole"

Bruto Chiappetta
Febbraio 9, 2018

"Noi adottiamo, per una dimensione abbastanza significativa, questa soluzione: cio' ci permette di accelerare l'alleggerimento complessivo e ci permette di poter rendere realizzabile l'obiettivo di essere nell'ambito di una dimensione di singola cifra percentuale entro l'orizzonte di piano", ha detto Massiah, specificando che se "il contesto di mercato ci permettera' di fare queste cessioni in maniera piu' veloce" cioe' "a un prezzo piu' vicino a quelle che sono le nostre valutazioni", gli obiettivi potranno essere raggiunti gia' nel 2019.

Nel 2017 i proventi operativi sono saliti a 3.578,5 milioni, in crescita di circa 459 milioni sul 2016, mentre gli oneri operativi, che non riflettono ancora i risparmi di costo previsti dal piano industriale, sono saliti di 274 milioni.

Considerando il quarto trimestre 2017, il margine di intermediazione risulta di 478,9 milioni; costi operativi a 637,5 milioni.

Il cet1 fully loaded consolidato è pari a 11,43% e include proposta dividendo 11 centesimi per azione in linea con quello del precedente esercizio. Un anno importante per l'istituto di credito che illustra il suo bilancio ponendo le fondamenta per il futuro.

Incidenza Npl scende al 13% dei crediti I crediti deteriorati lordi di Ubi Banca a fine 2017 sono pari a 12,7 miliardi di euro, con un'incidenza del 13,01% sul totale dei crediti lordi. A fine 2017, gli impieghi netti verso la clientela si attestavano a 92,3 miliardi, in flessione per 1,4 miliardi rispetto ai 93,8 di fine 2016 "per effetto della riduzione di 1,1 miliardi registrata dai crediti deteriorati netti, che ammontano a fine anno a 8,2 miliardi (l'8,8% dei crediti totali netti rispetto al 9,9% di fine 2016)". Al netto delle poste non ricorrenti l'istituto bergamasco evidenzia un utile di 21,4 milioni rispetto ai 37,3 del terzo trimestre 2017. Lo comunica la banca in una nota, precisando che il dato "risente degli effetti a oggi rilevabili dell'ispezione in corso da parte di Bce sul portafoglio crediti Imprese del gruppo".

Atteso un risultato netto "in importante crescita" nel 2018 Rispetto alle prospettive sul 2018, "il risultato netto normalizzato è atteso in importante crescita" nel confronto con il 2017.

Ubi ha aderito alla first time adoption sui nuovi criteri contabili Ifrs9 con impatto su cet1 phase in inferiore a -1 pb in 2018.