Fusione Carim in Credit agricole ufficializzata ieri. Azioni a 0194 euro

Fusione Carim in Credit agricole ufficializzata ieri. Azioni a 0194 euro

Bruto Chiappetta
Febbraio 9, 2018

Via libera dei Cda di Crédit Agricole Cariparma, Cassa di Risparmio di Cesena (Crc), di Cassa di Risparmio di Rimini (Carim) e di Cassa di Risparmio di San Miniato (Carismi), al progetto di fusione per incorporazione di Crc, Carim e Carismi in CA Cariparma. Per ciascuna azione posseduta e apportata alle offerte, gli azionisti retail delle 3 banche riceveranno un corrispettivo in denaro che valorizza le azioni al valore dell'ultimo aumento di capitale e che è pari a 0,445 euro per azione di Carismi, valore superiore al corrispettivo pagato da Credit Agricole Cariparma per l'acquisizione del controllo.

Il perfezionamento dell'operazione èsubordinato all'approvazione delle assemblee straordinarie delle società partecipanti alla fusione e al rilascio, da parte di Banca Centrale Europea dell'autorizzazione a procedere all'operazione e dell'autorizzazione ad apportare allo statuto di CA Cariparma le modifiche necessarie a dare corso alla fusione.

Verrà inoltre mantenuto un solido rapporto con le Fondazioni azioniste delle tre banche, al fine di poter sviluppare congiuntamente iniziative volte alla valorizzazione e allo sviluppo delle comunità locali.

Il progetto di integrazione - viene ricordato in una nota - non prevede esuberi. Nell'arco del triennio 2018-2020, CA Cariparma prevede infatti di erogare una cifra che si aggira attorno a 3,3 miliardi di euro che saranno destinati a nuovi finanziamenti nei territori dove le tre banche sono radicate; effettuare importanti investimenti per lo sviluppo di nuovi modelli di filiale e nuovi prodotti per la rete commerciale potenzialmente quantificabili in oltre 100 milioni di euro; mantenere forti strutture direzionali nel territorio; gestire e valorizzare il patrimonio immobiliare di proprietà.

0,445 euro per azione di CARISMI. Lo rende noto il gruppo bancario francese in un comunicato. Sono stati definiti i seguenti valori di concambio: 0,070 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione della Cassa di Cesena, 0,032 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione Carim, 0,043 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione della Cassa di San Miniato. Il corrispettivo differito è stato calcolato in modo da riconoscere uno specifico valore anche ai warrant detenuti dagli azionisti retail di Cassa di Risparmio di Cesena. Le azioni invendute saranno convertite in azioni Cariparma. L'operazione di salvataggio ha, infatti, consentito di garantire il valore e il rimborso integrale delle obbligazioni subordinate emesse dalle stesse (come invece non e avvenuto in altri recenti casi di salvataggi bancari in Italia).