Criceto non può volare: così la proprietaria lo getta nel WC

Criceto non può volare: così la proprietaria lo getta nel WC

Bruto Chiappetta
Febbraio 9, 2018

La notizia è stata riportata dal Miami Herald.

La vicenda risale allo scorso novembre.

Al momento della prenotazione del volo, la ragazza aveva informato la compagnia aerea che avrebbe portato con sé in cabina il suo criceto: nessun problema, inizialmente, da parte della compagnia che aveva confermato il suo ok ad accettare l'animale in volo. "Per essere chiari, nessuno dei nostri agenti ha mai suggerito che questa passeggera (o qualsiasi altra cosa per lei) dovesse ferire un animale", ha detto il portavoce Derek Dombrowski.

Non ho avuto altra scelta.

La storia non ha tardato a mettere in discussione la Spirit Airlines e le sue politiche per il trasporto degli animali domestici. In preda al panico, un membro dello staff della Spirits le avrebbe suggerito di lasciare libero Pebbles all'aperto o di scaricarlo nel water. Lei era spaventata e lo ero anche io. È stato orribile buttarla nel gabinetto.

Il tutto è accaduto negli scorsi giorni quando Belen Aldecosea, una studentessa di 21 anni, si è recata all'aeroporto di Miami per un volo prenotato con Spirit Airlines. Belen ha raccontato che Pubbies era un animale di supporto emotivo, come certificato da un medico. L'ha aiutata in un periodo di crisi, quando ha scoperto di avere un nodulo al collo. Una volta arrivata all'aeroporto, la compagnia cambia idea e ammette di aver dato un'informazione sbagliata. Belen intanto valuta un'azione legale, perché il suo Pebbies non era di grosse dimensioni, ma stava nel palmo di una mano, come precisa l'avvocato della 21enne.