Sacchi: "Sarri ha già vinto, con il Var siamo noi gli innovatori"

Minervino Buccola
Gennaio 14, 2018

La conferma sono i tanti giocatori che sono migliorati: Koulibaly, Ghoulam, Mertens, Insigne... Lo scudetto sarebbe il giusto premio alla bellezza e alla generosità.

Tra gli argomenti trattati dall'ex allenatore del Milan c'è il tecnico del Napoli Maurizio Sarri: "Ha già vinto. Gattuso ha ricevuto una patata bollente, ma sa tirare fuori il meglio da ognuno".

Non sarà bella come il Napoli ma non c'è dubbio sul fatto che la Juventus di Massimiliano Allegri sia una delle poche squadre in Europa ad avere la capacità di alzare il livello del suo gioco nelle occasioni più importanti, quelle che, a conti fatti, alla fine della stagione fanno la differenza. La Juve ha una dirigenza illuminata e mi piacerebbe che smettesse di ripetere: la sola cosa che conta è vincere. La Juventus, a tratti, fa un grande calcio ma spesso, una volta trovato il gol, si ferma. E' bravissimo ad innalzare le qualità dei giocatori che ha a disposizione. Eroe è chi fa quello che può fare, dice Romaine Rolland. Ma io vorrei che, oltre alla qualità, innalzasse anche i valori, cercasse cioè di divertire ed emozionare. Non sarebbe solo un vincitore, ma un degno vincitore. "Altrimenti non lascia idee da ricordare, solo vittorie". Allegri? Uno dei più grandi di tutti i tempi, sa far emergere le migliori qualità dei suoi, sa far diventare la sua squadra un undici di Eroi, è per questo che vince. A Baggio, che faticava a entusiasmarsi per il nostro gioco, promettevo: 'Tu tocchi 30-40 palloni a partita'. "Con noi ne giocherai 100". "L'Inter ha grandi margini di crescita, ma solo quando il gioco migliorerà". Aprire centri di formazione per i tecnici dei vari settori giovanili.

Sono stato piacevolmente sorpreso dalla nostra sperimentazione sul Var: finalmente abbiamo preceduto gli altri in qualcosa.