Trump, comprato il silenzio della pornostar per 130mila dollari

Trump, comprato il silenzio della pornostar per 130mila dollari

Prospera Giambalvo
Gennaio 13, 2018

In una dichiarazione lo stesso avvocato Cohen non ha risposto alla domanda sul presunto pagamento da 130.000 dollari alla signorina Clifford, ma ha detto che "il presidente Trump, ancora una volta, smentisce con veemenza questo o qualsiasi altro incontro a sfondo sessuale" con la ex attrice di film a luci rosse.

Un avvocato di Donald Trump avrebbe pagato 130mila dollari ad una pornostar un mese prima delle elezioni presidenziali del 2016. Trump ha sposato Melania nel 2005. Nel 2006 i media avevano parlato di Stephanie Clifford, che fece parlare di sé per la decisione di candidarsi come senatrice della Louisiana. A seguire, la donna si era resa protagonista di una vicenda tutt'altro che lusinghiera: la polizia di Tampa l'aveva arrestata per violenze domestiche contro il marito.

In passato Donald Trump è stato accusato di molestie da alcune donne, ma non sarebbe questo il caso. La pornostar si chiama Stephanie Clifford - ma è conosciuta e attiva con lo pseudonimo di Stormy Daniels - e avrebbe ricevuto 130mila dollari da Trump per non parlare pubblicamente dei loro incontri. Stavolta da una testata amica o quanto meno "non ostile", il Wall Street Journal di Rupert Murdoch. "Avete tentato di far passare questa balla per oltre un anno; una storia che è stata già negata da tutte le parti almeno sin dal 2011". Ma il Wsj ha sottolineato che la pornostar non ha invece risposto alle richieste di commento inviate via e-mail.

Alcune ore dopo la pubblicazione dell'articolo, gli avvocati di Trump hanno fornito ai giornali un comunicato firmato da Clifford in cui lei nega di "avere avuto una relazione sessuale e/o romantica con Trump".