Giorgia Meloni dice no

Giorgia Meloni dice no "ai centristi compromessi con il governo"

Prospera Giambalvo
Gennaio 13, 2018

Lo ha detto il presidente di Fratelli d'Italia e candidato premier, Giorgia Meloni intervenuta questa mattina su Radio24 alla trasmissione condotta da Luca Telese e Oscar Giannino. È stato svelato, all'assemblea nazionale in corso a Bologna, il simbolo elettorale che vede presente il nome della presidente del partito. "Saremo la sorpresa alle prossime elezioni, ha sottolineato Meloni che rivendica per la coalizione di centrodestra una scelta che ha anteposto l'interesse dei cittadini a quelli del partito, una coalizione che riuscirà a trovare la sintesi su temi e contenuti".

"Scegliendo la strada della serietà, Fdi e il centrodestra, - secondo la leader di Fdi - appaiono gli unici in grado di poter attuare un cambiamento, senza per forza doversi abbassare alla gara di chi la spara più grossa", riferendosi alle promesse del M5S sul reddito di cittadinanza.

Un conto, infatti, è dire che alla fine del primo anno verifico quanti esami hai dato all'università e ti puoi iscrivere al secondo anno solamente se hai fatto il minimo necessario, ben diverso è decidere che si entra a medicina per aver avuto la fortuna di rispondere alla domanda di un test che non c'entra assolutamente niente con la materia. Da domani già consultabili e leggibili "punto per punto" in maniera definitiva anche sul programma del partito. Una relativa ammissione di colpa, da parte della leader di Fdi, che oggi condivide l'idea di una revisione della legge: "per un sistema che sia uguale per tutti e che punti alle classi più deboli, e non a spese dei più giovani".

"Se questi sono di sinistra io sono Mao Tse Tung".