Chirurgo 'zorro' incide iniziali su due pazienti, condannato a lavorare gratis

Chirurgo 'zorro' incide iniziali su due pazienti, condannato a lavorare gratis

Prospero Rigali
Gennaio 13, 2018

Il tribunale di Birmingham ha condannato il medico 53enne a pagare una multa di 10mila sterline, pari a 11.230 euro. E, ovviamente, senza il consenso dei pazienti [VIDEO] che anzi erano totalmente all'oscuro di essere stati "siglati". Il dottore, di cui si sa il nome, Wang, avrebbe sollecitato la giovane ad un intervento chirurgico immediatamente, con la 20enne che ha acconsentito. Ha inciso le sue iniziali sul fegato di due pazienti appena trapiantati con lo strumento per cicatrizzare le ferite come in un gioco narcisistico.

Il collega ha fotografato con un telefonino la sigla "SB". L'imputato è stato sospeso nel 2013 dal Queen Elizabeth Hospital di Birmingham e si è dimesso nel 2014. Di fronte ai giudici che lo hanno pressato, ha comunque voluto ribadire di non aver arrecato lesioni ai pazienti, dichiarandosi non colpevole delle accuse di aggressione e danno fisico.

Si sentiva stanco e stressato e, così, dopo quei lunghi e faticosi interventi di trapianto incideva le sue iniziali sul fegato del paziente. Il giudice ha detto che è comprensibile che lo stress possa aver inficiato la capacità di giudizio del medico, ma una simile condotta è stata il frutto di un'arroganza professionale.

"Stiamo parlando di persone, non di libri per gli autografi", ha attaccato un'associazione in difesa dei due pazienti. "Ciò che ha fatto - ha sottolineato - non è solo eticamente sbagliato, ma si tratta di un crimine". I giudici, vista la particolarità del caso, hanno previsto per lui una pena altrettanto particolare: dovrà lavorare gratuitamente per un anno. Quelle cicatrici, va detto, non avevano compromesso la funzionalità degli organi. "Ha abusato del suo potere e tradito la fiducia che questi pazienti avevano riposto in lei", ha aggiunto il magistrato. E l'Ordine dei medici l'ha condannato perché ha screditato la professione.