Calenda: 3 offerte Alitalia, ma ci saranno esuberi

Calenda: 3 offerte Alitalia, ma ci saranno esuberi

Bruto Chiappetta
Gennaio 13, 2018

Alitalia potrà parlare tedesco, ma prima dovrà dimagrire ancora. Non ha alcun dubbio Carlo Calenda sulle conseguenze della cessione Alitalia, sottolineando, allo stesso tempo, che "cercheremo di renderli il minimo possibile". "Noi - conclude - abbiamo messo dei soldi ed uno dei parametri fondamentali è quello di non farne mettere altri ai cittadini italiani".

"Lunedì vedo i commissari - ha detto il ministro nel corso della trasmissione 'Otto e mezzo' -".

"Valuteremo le offerte, dopodiché si andrà a capire in breve periodo qual è la migliore", ha aggiunto il ministro, per cui gli esuberi sono "inevitabili". "Alitalia da sola non può andare avanti", ha concluso il ministro. Si tratta per chiudere la trattativa prima delle elezioni del 4 marzo.

C'è anche una terza offerta, spiega Calenda, che ormai è sul piatto da mesi: è quella del fondo d'investimenti americano Cerberus.

(Teleborsa) - Che ne sarà di Alitalia?