Fca: un miliardo di investimenti in Michigan, bonus ai dipendenti

Bruto Chiappetta
Gennaio 12, 2018

Fca rilancia la propria presenza negli Stati Uniti e annuncia di voler condividere i vantaggi del taglio delle tasse deciso dall'amministrazione Trump con i lavoratori americani a poco più di un mese dal "licenziamento" via sms di 530 interinali dello stabilimento di Cassino. Così nell'impianto di Warren, in Michigan, a partire dal 2020, verrà trasferita la produzione della prossima generazione di Ram heavy Duty, attualmente sfornati in Messico. Per sostenere la produzione nell'impianto di Warren saranno inoltre creati 2.500 nuovi posti di lavoro.

"È semplicemente corretto che i nostri dipendenti condividano i risparmi generati dalla riforma fiscale e che noi riconosciamo apertamente il miglioramento che ne deriva per il contesto del business Usa investendo di conseguenza nella nostra area di mercato". "Questi annunci riflettono il nostro impegno dalla produzione americana e ai dipendenti che hanno contribuito al successo di Fca", afferma Sergio Marchionne. E' previsto un investimento di un miliardo di dollari. Il miliardo di investimenti fa sì che, dal giugno del 2009 a oggi, la fabbrica di veicoli abbia finanziato l'attività in Usa con dieci miliardi di dollari.

Le novità hanno dato un'ulteriore spinta al rialzo borsistico delle ultime settimane: i titoli Fca hanno ritoccato ancora i massimi storici nell'avvio della seduta di Piazza Affari con un rialzo del 3% a 19,5 euro. La compagnia telefonica At&t e altre aziende hanno invece annunciato la distribuzione di bonus da mille dollari per i propri dipendenti.