Influenza, diminuiscono gli accessi ma sale la gravità

Influenza, diminuiscono gli accessi ma sale la gravità

Prospero Rigali
Gennaio 10, 2018

"E' prevedibile che la situazione, con l'arrivo del picco della sindrome influenzale, possa ulteriormente peggiorare e diventare una vera e propria emergenza sanitaria". Nella settimana tra Natale e Capodanno, l'influenza in regione ha raggiunto un'incidenza pari a 4,81 casi per mille assistiti, molto inferiore a quella nazionale, che si attesta già all'11,11 casi per mille.

Fino ad oggi sono stati piuttosto alti i flussi di accesso al pronto soccorso dell'ospedale Versilia che ha gestito comunque questa emergenza piuttosto bene.

Il sindaco ha intenzione di convocare nei prossimi giorni i direttori generali delle due aziende, Giuseppe Panella e Antonio Belcastro, per un esame della situazione e per verificare se passi in avanti sono stati fatti anche in relazione agli altri punti contenuti nell' ordinanza: il reclutamento esterno di personale medico e infermieristico e, nelle more, l'utilizzazione presso il Pronto Soccorso di personale interno operante presso altri reparti; l'istituzione di un servizio di sorveglianza (guardie giurate) nell' area del Pronto Soccorso per garantire agli operatori condizioni di sicurezza e tranquillità, nonché di disciplinare gli ingressi e controllare gli accessi; l'esecuzione dei lavori di ampliamento dei locali. Si sta valutando la possibilità, conferma Viale, di aprirne uno anche al Villa Scassi.

Sino a venerdì è attivo inoltre presso il pronto soccorso un ambulatorio chirurgico aggiuntivo con presenza di un chirurgo tra le 14 e le 20: "L'infermiere del triage invierà il paziente chirurgico direttamente in ambulatorio, riducendo sensibilmente i tempi di attesa". Una situazione talmente grave, che già nei giorni scorsi aveva determinato il blocco dei ricoveri programmati anche a Scorrano e Copertino oltre che al Fazzi, con diverse decine di pazienti "extralocati", cioè ricoverati in reparti diversi da quello richiesto dalla patologia pur di tenerli sotto osservazione in ospedale. "Voglio però rivolgere un appello ai cittadini affinché compiano questo gesto di grande generosità, ancora più importante e prezioso in queste giornate di calo delle donazioni complessive".