Ferrari, ufficiale l'arrivo di Kvyat come sviluppatore

Ferrari, ufficiale l'arrivo di Kvyat come sviluppatore

Minervino Buccola
Gennaio 10, 2018

La famiglia Ferrari si ingrandisce, in vista della stagione 2018: il team di Maranello ha ufficializzato oggi l'acquisto, come pilota di sviluppo, del giovane russo Daniil Kvyat, 23 anni, ex pilota di Toro Rosso e Red Bull che si è lasciato con il team dell'energy drink austriaco senza troppi complimenti, dopo due ultime stagioni molto difficili, in pista e fuori. Dopo 74 presenze in pista fra la Red Bull prima, e la Toro Rosso poi, il 23enne pilota russo sbarca quindi nella Rossa, anche se entrando dalle retrovie. Per un pilota partecipare a un week end di gara è sempre il massimo, ma bisogna aspettare e portare pazienza: fin da piccolo sognavo la Ferrari e la Formula 1, adesso sono qui e devo sfruttare ogni opportunità che mi verrà data. Lo ha annunciato la scuderia del Cavallino via Twitter. Si tratta tuttavia di una pedina in più da inserire in un mosaico già particolarmente ricco: a parte i titolari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, e i giovani della Ferrari Driver Academy, infatti, la Scuderia ha a libro paga già altri due collaudatori, Charles Leclerc e il nostro Antonio Giovinazzi.

Ma a seguito di quest'annuncio viene spontaneo chiedersi quale sarà il futuro di Giovinazzi, che nella prossima settimana sosterrà alcuni test con una vettura di Formula E. Speriamo che non sia il segnale che le porte della Formula 1 per lui si stanno chiudendo. Il 2016 però, invece di essere l'anno della consacrazione, diventa l'inizio della fine: Kvyat è 3° nel GP di Cina, nel quale ha un diverbio nel retro podio proprio con Sebastian Vettel, ma viene giudicato troppo irruento e incostante dai vertici del team, che lo vogliono sostituire con il fenomeno emergente Max Verstappen.