Cinema, 2017 anno nero del cinema italiano, -44% spettatori sul 2016

Cinema, 2017 anno nero del cinema italiano, -44% spettatori sul 2016

Quintino Maisto
Gennaio 10, 2018

E per la prima volta nessuna produzione nazionale ha superato i 10 milioni di euro d'incasso. L'incasso totale in sala del cinema italiano (incluse le coproduzioni) durante l'anno 2017 è stato di 103.149.979 euro (17,64% del totale box office; -46,35% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 16.880.223 (18,28% del numero totale dei biglietti venduti; -44,21% rispetto al 2016). Per trovare in classifica il primo titolo italiano bisogna scendere ala nona posizione, dove troviamo il film di Ficarra e Picone intitolato L'Ora legale (1,8 milioni di presenze e 10,3 milioni di incasso), seguito da Mister Felicità di Alessandro Siani (1,7 milioni di presenze e 10,2 milioni di incasso).

Se nel 2016 al botteghino il cinema italiano si era difeso bene, con due casi eccezionali come Quo Vado di Checco Zalone e Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, nel 2017 invece i risultati sono stati molto meno lusinghieri. Rispetto al totale del box office Quo Vado poi aveva pesato per il 9.9% degli incassi e per l'8.9% delle presenze. Sono i dati del Mercato Cinematografico 2017 diffusi dall'Anica, l'Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali.

Débacle del cinema italiano nel 2017: meno 46,35 per cento rispetto al 2016 per numero di presenze (pari a 16.880.223) e meno 44,21 per cento per biglietti venduti (18,28 per cento del totale). Rispetto al 2016 si è registrata una diminuzione degli incassi al box office dell'11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%. Seguono, dopo quello americano e italiano, il cinema inglese (39.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 6,80%; -18,35% rispetto al 2016), la produzione francese (24.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 4,23%; +112,11% rispetto al 2016) e quella tedesca (5.2 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 0,90%; -31,24% rispetto al 2016).

Il 2017 è stato negativo anche per gli incassi generali, che hanno registrato il -11,63%, mentre le presenze segnano -12.38%. I mesi più negativi sono stati gennaio, in cui è uscito 'Quo vado' (-35,53%) e i tre mesi 'estivi' di agosto (-24,06%), maggio (-23,50%) e giugno (-15,85%), risultato più basso dal 2012.