Autostrade, pedaggi più cari da gennaio: stangata al Nord

Autostrade, pedaggi più cari da gennaio: stangata al Nord

Prospera Giambalvo
Dicembre 30, 2017

L'adeguamento tariffario di competenza di Autostrade Meridionali (A3 Napoli Pompei Salerno) è pari invece al 5,98%, tale incremento include anche il riconoscimento degli incrementi tariffari non già riconosciuti nel periodo 2013-2017. L'aumento medio dei pedaggi sulla rete autostradale italiana è del 2,74%, a partire dal primo gennaio 2018. 4,69%, TEEM 2,70% e Pedemontana Lombarda 1,70%. Per oltre la metà dell'intera estensione autostradale le variazioni riconosciute risultano in linea con il tasso d'inflazione corrente.

GLI INCREMENTI SUPERIORI ALLA MEDIA Per alcune concessionarie sono stati riconosciuti incrementi superiori alla media di settore che trovano giustificazione in specifiche circostanze. L'incremento, comunica il ministero dei Trasporti, "recepisce recuperi di adeguamenti relativi ad esercizi precedenti". Il ministero aggiunge pure che il volume di traffico della Aosta-Morgex è pari allo 0,11 per cento.

La rete del gruppo Sias comprende le concessionarie Satap (A4 Torino-Milano ed A21 Torino-Piacenza), Salt (Sestri Levante-Livorno, Viareggio-Lucca e Fornola-La Spezia), Autostrada dei Fiori (Savona-Ventimiglia), Autocamionale della Cisa (La Spezia-Parma), S.A.V. (Quincinetto-Aosta), Ats (Torino-Savona), Asti-Cuneo (Asti-Cuneo, in parte in costruzione), Ativa (Tangenziale di Torino, Torino-Quincinetto, Ivrea-Santhià e Torino-Pinerolo), Sitaf (Traforo del Frejus, Torino-Bardonecchia), Sitrasb (Traforo del Gran San Bernardo) TE (Tangenziale esterna di Milano), BreBeMi (Brescia-Bergamo-Milano). Nello specifico l'incremento della Torino-Milano è da ricondursi in misura pari a 6,64 per cento al parametro legato agli investimenti di adeguamento della III/IV corsia per 474 milioni di euro nel periodo 2013-2017 (non ancora terminato, peraltro). Parimenti l'incremento della Milano - Serravalle è da ricondursi in misura pari a 10,32% agli investimenti di adeguamento e potenziamento diffusi sull'intera tratta per 188 milioni di euro nel periodo 2013 - 2017.

Stangata di inizio anno sulle autostrade italiane. In aggiunta la variazione di Serravalle - Milano recepisce altresì gli effetti delle misure di contenimento tariffario adottati negli anni precedenti in considerazione della situazione congiunturale. Un rincaro che è più di tre volte superiore all'inflazione, salita dello 0,9% a novembre.

SATAP A4 - Tratta Carisio - Balocco (km 7,6): da euro 0,90 ad euro 1,00; - Tratta Rondissone - Santhia (km 46): da euro 5,50 ad euro 5,90; - Tratta Novara Est - Rondissone (km 99): da euro 11,80 ad euro 12,70.