Video choc a Viterbo: agnelli macellati con rito religioso senza essere storditi

Video choc a Viterbo: agnelli macellati con rito religioso senza essere storditi

Prospera Giambalvo
Декабря 8, 2017

Animal Equality ha reso pubblici alcuni filmati ottenuti all'interno di un macello italiano in cui è concessa la macellazione senza previo stordimento, esponendo la crudeltà di una pratica che ogni anno viene riservata a centinaia di migliaia di animali. Siamo a Viterbo in un macello di agnelli e pecore nel quale l'associazione in difesa degli animali Animal Equality ha posto delle videocamere nascoste: le immagini sono agghiaccianti. Completamente nascosta se non fosse per le associazioni che denunciano quello che accade. Risulta tuttavia evidente come i macelli a cui è concessa tale deroga tendano ad abusarne in modo sconsiderato, causando agli animali inutili e protratte sofferenze.

Al momento esistono solo sanzioni amministrative per chi viola le prescrizioni sulle procedure di macellazione, che nei casi più gravi prevedono una pena pecuniaria del tutto irrisoria di € 6.000. Nel video si vedono operatori che sgozzano in modo sistematico animali coscienti; operatori che gonfiano con un compressore animali ancora vivi per facilitarne lo scuoiamento; animali lasciati ad agonizzare per minuti; operatori che prendono a calci gli animali; operatori che strattonano gli animali per una sola zampa o per la coda, con il rischio di spezzargliela.

Insieme a questo filmato Animal Equality lancia una petizione rivolta al Parlamento italiano, "in particolare ai Ministri Maurizio Martina e Beatrice Lorenzin, affinché siano introdotte al più presto norme incriminatrici per il maltrattamento degli animali durante le fasi di stordimento e abbattimento e perché venga rinforzato il sistema di controlli atti a identificare e denunciare qualunque forma di violazione". E'stato altresì richiesto che vengano previste obbligatoriamente in tutte le strutture di macellazione telecamere a circuito chiuso e che venga abolita che venga abolita, in via graduale ma definitiva, qualunque forma di deroga allo stordimento in adeguamento ai canoni previsti già negli Stati Uniti, Svezia, Danimarca, Polonia e Belgio.

"La paura e la sofferenza vissute da un animale all'interno di un macello ordinario vanno oltre ogni immaginazione".