Oliverio, Lorenzin relazionerà in Cdm

Oliverio, Lorenzin relazionerà in Cdm

Prospero Rigali
Декабря 8, 2017

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Mario Oliverioa margine dell'incontro avuto con il ministro della salute.

Ad accomunare all'unanime richiesta -appello i tantissimi sindaci della conferenza, è proprio la preoccupazione sullo stato in cui verte il servizio sanitario della Regione.

Le frecce nell'arco di Oliverio sono tante, dagli indicatori certificano il fallimento delle gestioni commissariali, al mancato risanamento economico, dal rispetto dei livelli essenziali di assistenza, all'emigrazione sanitaria passiva. "Ancora più inaccettabile - ha aggiunto - è il rischio che in futuro siano costretti a pagare ulteriori tassazioni per coprire i nuovi debiti determinati e a sopportare un nuovo blocco delle assunzioni di personale sanitario (medici e paramedici)". "Siamo difronte ad una spirale negativa che bisogna assolutamente spezzare".

E se fino a qualche settimana fa la ministra rispondeva in merito alle questioni sollevate da Oliverio: "I presidenti delle Regioni devono fare una cosa molto semplice, far attuare le leggi che noi abbiamo fatto", ieri Beatrice Lorenzin "ha condiviso le nostre preoccupazioni ed ha assunto formale impegno di relazionare sulla grave situazione della sanità calabrese al Consiglio dei Ministri", come ha riferito il governatore della Calabria a conclusione dell'incontro. "Difronte a tale drammatica situazione, ritengo, che sia imprescindibile e doveroso assumere un atto interruttivo di questa situazione in cui unici a pagare sono i calabresi che vedono negato il diritto alla cura e alla tutela della salute". "Dell' evoluzione del confronto con il Governo terrò costantemente informata la Conferenza dei sindaci calabresi", ha concluso il presidente Oliverio.