Compagno malato di tumore, liceali scelgono di vaccinarsi per proteggerlo

Compagno malato di tumore, liceali scelgono di vaccinarsi per proteggerlo

Prospero Rigali
Декабря 8, 2017

Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervistata su Rai Isoradio.

Un gesto di affetto ma anche un atto sostanziale, quello dei ragazzi della quinta E del liceo linguistico Amaldi di Novi Ligure, che hanno scelto di vaccinarsi contro il virus dell'influenza stagionale per proteggere un loro compagno che sta lottando contro un tumore. Ho parlato con il preside e la docente che ha sensibilizzato i ragazzi sull'importanza del concetto di immunità di gregge.

L'iniziativa ha ricevuto il plauso della Lorenzin: "Una storia esemplare, bellissima, di senso civico e generosità che parte dai giovani".

Guidati dai propri insegnanti e dalla coordinatrice di classe Monica Lupori, i ragazzi della 5ªE hanno studiato il funzionamento dei vaccini e della cosiddetta immunità di gregge.

Dopo l'entrata in vigore del decreto sull'obbligo di vaccinazione "abbiamo scoperto che migliaia e migliaia di bambini di sei-sette-otto anni non sono mai stati vaccinati per nulla, neanche per l'antitetanica". Lo scrive il ministro sul suo profilo Facebook. "E per lui contrarre l'influenza sarebbe più invalidante che per una persona sana, e significherebbe perdere ancora tanti giorni di scuola, oltre a quelli dedicati obbligatoriamente alle terapie", si legge sul sito dell'Istituto scolastico. Il suo fisico è debilitato dalla malattia e dalle medicine, il sistema immunitario è molto debole e un'influenza potrebbe avere effetti devastanti: da qui la decisione dei compagni che si sono recati in massa a farsi vaccinare.