Influenza 2017-18: picco previsto per Capodanno

Influenza 2017-18: picco previsto per Capodanno

Prospero Rigali
Декабря 7, 2017

Nei laboratori di Microbiologia e Virologia del Policlinico San Matteo di Pavia è stato isolato il virus dell'influenza (il primo ceppo influenzale H1N1), su un bambino di 4 anni. Il piccolo era affetto da una forma di bronchiolite: ora è in buone condizioni ed è stato dimesso. Il primo caso grave riguarda un anziano non vaccinato, ricoverato in Rianimazione per insufficienza respiratoria. "Questo è il primo rilevamento di A/H1N1, ma l'Istituto Superiore di Sanità (ndr che esegue la sorveglianza epidemiologica) ha già registrato alcuni casi positivi al ceppo B. Il picco dei contagi è atteso, come da previsioni, verso gennaio". Non c'è quindi molto tempo per vaccinarsi, tenendo conto che ci vogliono tre settimane perchè il nostro organismo sviluppi la risposta immunitaria. Lo rende noto la prof.ssa Maria Chironna dell'U.O.C. Laboratorio di Epidemiologia Molecolare Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Bari e responsabile Sorveglianza Virologica Influenza e virus respiratori. I ceppi dell'influenza sono gli stessi dell'anno scorso che non vanno comuqnue sottovalutati. Per questi motivi, molti medici consigliano il vaccino: i casi di decessi nella scorsa stagione sono stati circa duemila, e si trattava di un'influenza meno aggressiva di quella attuale. La composizione quadrivalente, raccomandata dall'Oms, include anche il virus B Puckett.

Per il momento, in tutta Europa, l'attività dei virus influenzali è bassa, anche se in aumento.

Sono già mezzo milione gli italiani a letto per l'influenza. I soggetti maggiornemte esposti a rischio sono i malati cronici, gli over 65 e le donne in gravidanza.