Ambasciata Usa a Gerusalemme: Ambasciata Palestina in Italia,

Ambasciata Usa a Gerusalemme: Ambasciata Palestina in Italia, "asseconderebbe un'annessione illegale e"

Prospera Giambalvo
Декабря 7, 2017

A lanciare l'allarme sulle possibili conseguenze del riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele da parte degli Stati Uniti è l'ambasciatrice palestinese in Italia, Mai Alkaila, intercettata da In Terris, secondo cui la Casa Bianca, con questo annuncio, rischia di minare "25 anni di sforzi per la pace tra Israele e Palestina". I ministri degli Esteri dei Paesi arabi si incontreranno al Cairo.

La decisione del presidente Usa Donald Trump di portare l'ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme, in quanto "Gerusalemme capitale è il riconoscimento della realtà", continua a provocare le proteste della comunità internazionale, in particolare del mondo arabo e musulmano. L'agenzia di stampa palestinese Wafa precisa che a Gaza migliaia di persone si sono raccolte nella piazza del milite ignoto dove hanno scandito slogan ostili agli Stati Uniti. Sul web sono comparse immagini di bandiere americane date alle fiamme. La Wafa aggiunge che negli istituti scolastici gli insegnanti si sono soffermati con i loro allievi sull'importanza di Gerusalemme per la causa palestinese e hanno fornito aggiornamenti sugli ultimi sviluppi politici.

In protesta contro la politica dell'amministrazione Trump sono stati proclamati nei Territori tre giorni di 'collera' che culmineranno venerdì con le preghiere nella Spianata delle Moschee di Gerusalemme.

Nasser al-Qidwe, un portavoce di Fatah, partito del presidente Abu Mazen, ha fatto appello per "proteste non violente".

6- chiediamo all'Unione Europea, ai governi e ai parlamenti europei di prendere una posizione ed allinearsi, per ristabilire l'equilibrio della situazione internazionale e mettere fine alla violazione israeliana dei diritti dei palestinesi, e fare pressione sul governo degli Stati Uniti affinché rinunci a trasferire la sua ambasciata a Gerusalemme.

2- tale decisione statunitense è una flagrante violazione del diritto internazionale e una grave aggressione alla città di Gerusalemme e ai suoi luoghi di culto sia dell'islam che del cristianesimo.

Nel suo atteso discorso di oggi, Trump non parlerà solo di Gerusalemme capitale d'Israele, ma menzionerà anche il suo sostegno ad una soluzione di pace con due stati. Lo scrive il sito Axios, citando alti funzionari dell'amministrazione americana.

"Il presidente americano non è nelle condizioni di rivolgere appelli a nessuno".

"Considero positiva la reazione di Antonio Guterres all'annuncio di Trump".