15enne aggredito, chiuso in bagno e costretto a masturbarsi: presi due minorenni

15enne aggredito, chiuso in bagno e costretto a masturbarsi: presi due minorenni

Prospera Giambalvo
Декабря 7, 2017

Un ragazzo di 15 anni è stato rinchiuso in bagno, derubato delle sue scarpe ginniche, picchiato a calci e pugni e costretto a masturbarsi.

Poi, la scena di autoerotismo, ripresa con lo smartphone dai due aguzzini, è stata condivisa su gruppi Whatsapp.

La vittima è un 15enne di Nardò (Lecce). Gli agenti hanno rintracciato i responsabili, due ragazzi di 15 e 17 anni, che dovranno rispondere di sequestro di persona, violenza sessuale, pornografia minorile e tentata estorsione in pregiudizio.

I due giovani, infatti, hanno detto alla vittima che non gli avrebbero restituito gli indumenti rubati se non avesse il giorno dopo corrisposto la somma di 10 euro.

Uno dei due ha ripreso la scena con il proprio cellulare mentre l'altro bloccava la porta per impedirne l'uscita. Il video è stato successivamente trasmesso a vari coetanei mediante Whatsapp. Lo sviluppo delle indagini è avvenuto tramite l'ascolto dei genitori della vittima e l'acquisizione del video registrato.