Reggio Calabria: rapporti con minorenni, sospeso parroco di San Gregorio

Reggio Calabria: rapporti con minorenni, sospeso parroco di San Gregorio

Prospera Giambalvo
Декабря 6, 2017

"La Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha notificato al sacerdote don Carmelo Perrello, parroco di San Gregorio in Reggio Calabria, e, per quanto previsto dalla legge, all'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, un decreto di perquisizione locale e personale".

Reggio Calabria, sospeso don Carmelo Perrello.

Anche se il procedimento penale è ancora in fase di indagini preliminari l'arcivescovo reggino ha deciso, in applicazione delle norme del diritto canonico, di sospendere cautelativamente dal ministero pastorale il sacerdote, in attesa delle conclusioni degli accertamenti giudiziari in atto. La notizia è riportata dal periodico "Avvenire di Calabria", edito dalla Curia arcivescovile reggina. "L'Arcivescovo, fiducioso nel lavoro della magistratura - édetto in una nota - si pone sin da ora in atteggiamentoamorevole nei confronti delle presunte vittime, chiedendoperdono per l'eventuale male arrecato".

Le accuse contro il prete.

. La parrocchia di San Gregorio si trova nell'omonimo quartiere della periferia sud di Reggio Calabria, non molto lontano dall'aeroporto. L'inchiesta acarico del religioso é coordinata dal Procuratore dellaRepubblica aggiunto, Gerardo Dominijanni. La Diocesi di Aversa (Caserta) ha infatti sospeso temporaneamente dalla funzione un parroco di Succivo, dopo la denuncia presentata da quest'ultimo ai carabinieri per estorsione.