Passa col rosso per aiutare un cane: giudice gli toglie la multa

Prospera Giambalvo
Декабря 6, 2017

Per portare il cane dal veterinario era passato con il semaforo rosso, e aveva beccato una multa. E il Vista Red non ha fatto sconti, fotografando il suo furgone che aveva impegnato l'incrocio nonostante il divieto. Ma, per tutto questo c'era un motivo.

Così il giudice di pace, Marco Suttini, ha deciso in sostanza che salvare un cane equivale comunque a salvare una vita, ed ha annullato la sanzione accessoria dei punti patente.

Zampieron, infatti, è l'accalappiacani che, con la cooperativa Triveneta Multiservizi, gestisce la cattura degli animali domestici vaganti nei dintorni di Padova. Inizialmente la segnalazione era stata quella di un cane smarrito che vagava sulla strada, ma quando l'addetto era giunto sul posto aveva scoperto che la bestiola era stata già investita da un'autovettura e giaceva ferma a terra. La coop ha pagato la sanzione (somma che non ritornerà più indietro) ma Zampieron ha fatto ricorso per riavere i punti tolti, vincendolo.

L'articolo 54 del Codice penale prevede infatti la non punizione in "stato di necessità", per scongiurare cioè il pericolo attuale di un danno grave ad una persona. E poco importa che in questo caso ci fosse un animale e non una persona, quindi un "essere vivente capace di provare dolore" si legge nella sentenza del giudice. Insomma, tutto è bene quel che finisce bene perché anche il 4 zampe soccorso da Zampieron, grazie alla sua tempestività, è riuscito a sopravvivere.