Russia 2018 addio. Azzurri fuori dai Mondiali

Russia 2018 addio. Azzurri fuori dai Mondiali

Minervino Buccola
Novembre 15, 2017

NIENTE PREMI - È vero che la Federcalcio è reduce da due eliminazioni al primo turno, in Sudafrica e in Brasile, ma non essere nemmeno al via è un danno ben più grave. Ma senza un'Italia per cui tifare è previsto anche un drastico calo nella vendita delle magliette, che nel 2014 hanno rappresentatola metà dell'intero merchandising azzurro, con circa 2,7 milioni di royalties. Una nazione lasciata di stucco, ma le difficoltà degli azzurri e l'inadeguatezza del c.t. Ventura sono palesi, pertanto a mente lucida possiamo anche ammettere che un tantino era prevedibile il triste epilogo.

L'Italia è fuori dai mondiali di Russia 2018.

L'Italia non partirà per i Mondiali. Inutile sottolineare il profondo senso di frustrazione che colpì i protagonisti di questo storico insuccesso, partiti, anche loro, con i favori del pronostico e costretti poi a dover rinunciare anzitempo al sogno Mondiale, che molti dei ragazzi del'58 non ebbero mai altra opportunità di provare.

Difficile realizzare tuttora che la Nazionale sia stata estromessa dalla competizione più importante di tutte, quella a cui siamo mancati solo in 3 occasioni: la prima, quella del 1930, in cui non eravamo iscritti mentre le altre due, nel 1958 eliminati dall'Irlanda del Nord e nel 2018 non parteciperemo a causa della sconfitta ai play off con la Svezia.

In totale la FIFA incassò ben 180 milioni di euro da Rai e Sky per i Mondiali del 2014: per quelli in Russia non è certo che si supereranno gli 80, una perdita da almeno 100 milioni. L'Italia non va oltre lo 0-0 al San Siro nella gara di ritorno dello spareggio contro la Svezia, e manca clamorosamente la qualificazione. "L'account ufficiale della Snai - uno dei centri di scommesse sportive più grandi d'Italia - ha addirittura lanciato un sondaggio su Twitter (tra il serio e il faceto) con il quale chiede ai suoi follower "#ItaliaSvezia chi passa stasera?". Il contratto tra le parti è blindato, perché scade nel 2022. È il momento di prendere delle scelte che forse negli anni passati non si è avuto il coraggio di prendere. Contro la Svezia la squadra di Ventura si gioca l'ultima chance per andare ai Mondiali.