Sacchi: "Sconfitta che viene da lontano. Ancelotti? Aiutiamolo"

Minervino Buccola
Novembre 14, 2017

"Questa sconfitta non è arrivata improvvisamente, perché noi arriviamo da due Mondiali disastrosi". Arrigo Sacchi parla a Premium all'indomani della disfatta dell'Italia e della sua mancata qualificazione al Mondiale. I fischi sono figli del risultato, anche perché quella di Ventura è stata una carriera dignitosa.

Su Insigne dice: "Non è un giocatore che risolve le situazioni, nel calcio. Certo, non un livello eccelso". Ma non è mai il singolo a determinare i risultati. Come ripartire, adesso? Ancelotti è un grande, ma dobbiamo fare molte cose diverse da quelle che stiamo facendo partendo proprio dalle basi: "può andare bene solo se viene supportato: "bisogna cambiare alla base, a partire dai giovani".