Pd: Bersani, parlare? Sì ma con proposte

Pd: Bersani, parlare? Sì ma con proposte

Prospera Giambalvo
Novembre 14, 2017

Giuliano Pisapia, ex sindaco di Milano e leader di Campo progressista, è intervenuto a "Diversa, una proposta per l'Italia", l'iniziativa da lui stesso promossa.

Agenpress - "Citando il noto filosofo, a leggere di questa 'grande trattativa' cado dalle nubi", ha twittato Pier Luigi Bersani smentendo categoricamente l'ipotesi di una trattativa con Matteo Renzi, pronto al dialogo con tutti i partiti alla sinistra del Pd, compresi i big andati via sbattendo la porta. Tra gli argomenti, la legge elettorale, le elezioni siciliane e il rapporto con il Partito Democratico. Mettersi in gioco è un atto di resistenza, una cosa molto bella.

"Non vogliamo un'altra Sicilia, non possiamo non fare di tutto per unire, nella discontinuità, il centrosinistra".

È stato preceduto da un serrato confronto nei giorni precedenti intrattenuto dal deputato Nico Stumpo con Tonino Saladino, che se pur impegnato a curare le sue attività imprenditoriali non ha mai mollato l'interesse di dedicarsi alla mission che il suo amico Giorgio Vittadini, Fondatore e Presidente dal 2002 della Fondazione per la sussidiarietà, ha inteso assegnare alla formazione ciellina. No, sino all'ultimo giorno, dobbiamo provare. "Non basta distruggere, bisogna costruire: non è tattica - ha aggiunto - è buona politica". "Di fronte a tante espressioni di indisponibilità credo che non ci siano più le condizioni per un'alleanza con il Pd". E io dico, purtroppo. "Sì perchè ha dato da mangiare a qualche miliardo di persone in più, se non chè come sempre nella storia in quei processi tumultuosi di crescita ci sono delle spine che poi vengono fuori".