Il Comune fa test di futuro sulla raccolta differenziata al X Municipio

Il Comune fa test di futuro sulla raccolta differenziata al X Municipio

Prospera Giambalvo
Novembre 14, 2017

I tag vengono letti da un'antenna posizionata sugli automezzi che invia i dati, in tempo reale, al sistema informativo di AMA.

I rifiuti non potranno più infatti essere buttatti "24/7" ma dovrenno seguire un calendario di raccolta: le utenze domestiche avranno 3 esposizioni dei rifiuti a settimana: il territorio del municipio sarà diviso in due settori e la raccolta rifiuti avverrà il lunedì, mercoledì e venerdì oppure il martedì, giovedì e sabato. Un elemento importante della strategia per una raccolta dei rifiuti efficace ed efficiente è il rafforzamento dell'Ama di Municipio per rendere l'azienda più vicina ai cittadini e più efficace nei suoi servizi. Per i contenitori in vetro, si continueranno a utilizzare le campane verdi stradali.

Nelle aree idonee, cioè a bassa densità abitativa, con presenza di verde, giardini, terreni agricoli, come ad esempio l'Axa, Casalpalocco, Infernetto, gli utenti potranno richiedere ad AMA la fornitura gratuita di compostiere domestiche per la gestione della frazione organica. A partire dai primi giorni di dicembre, gli addetti Ama inizieranno la mappatura delle utenze, edificio per edificio, su tutto il territorio del Municipio X per definire tutte le tipologie di utenza. L'obiettivo è quello di individuare tutte le tipologie di utenza.

Il progetto sarà accompagnato da una campagna di comunicazione con incontri informativi con i cittadini.

"È un'innovazione molto importante per garantire un ulteriore miglioramento del servizio e un incremento della quota di raccolta di differenziata, consentendo quindi di contenere i costi di smaltimento dell'indifferenziato e di distribuirli più equamente fra i cittadini, in base alla quantità di rifiuti realmente prodotti - spiega Daniela Rigodanza, consigliera comunale con delega ad Ambiente ed Ecologia - Siamo sicuri che gli inevitabili disagi iniziali, propri di ogni cambiamento, saranno ampiamente compensati da benefici concreti in termini ambientali ed economici". L'importante novità riguarda il tracciamento dei conferimenti mediante 'sacchetto intelligente', dotato di chip per riconoscere la provenienza dei rifiuti, un sistema di identificazione degli utenti. Il nostro scopo è arrivare quanto prima alla tariffa puntuale, in base alla quale ogni utente paga in base alla differenziata: "più si differenzia meno si paga", dichiara nella nota il sindaco di Roma Virginia Raggi. “Quello che proponiamo oggi è un totale cambio di rotta.

Il sistema sarà esteso anche in altre zone della città nei prossimi anni, valutando insieme ai Municipi specifiche modalità contestualizzate rispetto alle diverse realtà territoriali, con l'obiettivo di portare la differenziata al 70%. L'esponente della Giunta presieduta dalla Sindaca Raggi ha infine sottolineato che "stiamo correndo per recuperare anni di ritardi: vogliamo ridurre i rifiuti, aumentare la raccolta differenziata al 70% e sviluppare un'impiantistica sostenibile".

Nel X municipio si avvia un modello di raccolta differenziata porta a porta radicalmente diverso che interesserà tutta la popolazione: 230.000 abitanti e 4.000 utenze non domestiche.Con il nuovo modello, condiviso da Ama con Roma Capitale, la raccolta diventa anche tecnologica: tutti i contenitori saranno dotati di TAG il cui microchip permette di tracciare il rifiuto e identificare lutente.