Giappone, gatto "indagato" per tentato omicidio

Prospera Giambalvo
Novembre 14, 2017

Gatto killer in Giappone. Nei pressi dell'abitazione dell'82enne, che vive a Mifune, nella Prefettura di Kumamoto, si trova infatti una colonia felina di randagi e sotto gli artigli di uno di questi sono state rinvenute tracce di sangue e pelle umana. In particolare gli investigarori considerando la mancanza di segni di effrazioni in casa, si sono concentrati sulle ferite che deturpavano il volto dell'anziana, ritenendole compatibili con quelle causate da unghie di gatto. La figlia di Mayuko ha subito chiamato la polizia, che, dopo aver visto le ferite, ha trattato il caso come un tentato omicidio.

"Quando l'abbiamo trovata aveva tutto il volto coperto di sangue. Non sapevo cosa fosse accaduto", ha detto la figlia della vittima a un'emittente locale. Un portavoce delle forze dell'ordine contattato da "The Japan Times" non ha voluto commentare le indagini in corso, ma al tempo stesso non ha smentito le informazioni diffuse dai media.