Crisi in Zimbabwe, colonna di carri armati schierata ad Harare

Crisi in Zimbabwe, colonna di carri armati schierata ad Harare

Prospera Giambalvo
Novembre 14, 2017

Harare, 14 nov 17:40 - (Agenzia Nova) - L'esercito dello Zimbabwe avrebbe circondato la sede dell'emittente statale "Zbc", nella capitale Harare. In precedenza quattro carri armati erano stati avvistati dirigersi verso la capitale. "Le attuali epurazioni in atto nel partito devono cessare immediatamente". "Se si tratterà di proteggere la nostra rivoluzione, l'esercito non esiterà a intervenire", ha messo in guardia il generale.

Giovedì scorso lo Zanu-Pf ha ufficializzato l'espulsione dello stesso Mnangagwa dal partito. Sul fronte opposto, sono schierati i veterani della guerra d'indipendenza dello Zimbabwe, che una volta godevano di una posizione privilegiata sotto la presidenza Mugabe, ma negli ultimi anni sono stati estromessi dai ruoli più importanti del governo e del partito. La notizia è giunta dopo la partenza del vicepresidente deposto, il quale ha lasciato il paese dopo aver ricevuto minacce di morte. L'anziano presidente è in procinto di lasciare e dietro l'allontanamento di Mnangagwa c'è chi vede la mano della first lady Grace, più giovane del marito di 41 anni, ora accreditata come la principale candidata alla successione. Nonostante godesse del sostegno del politburo, del comitato centrale e di una buona fetta della popolazione dello Zimbabwe, la sua carriera politica si scontrò con le velleità della first lady: alla fine del 2014 fu accusata di complottare contro il governo e venne sostituita da Emmerson Mnangagwa, assistente speciale di Mugabe durante la guerra di liberazione e suo fedelissimo da allora. Il presidente sinora era riuscito a gestire le faide interne al suo partito, lo Zanu Pf. Il leader sta pensando di ricandidarsi il prossimo anno, con grandi probabilità di vittoria.

Il vicepresidente, infatti, è stato definito "sleale" verso il potere L'obiettivo è, quindi, ragionevolmente quello di ridimensionare le pretese del presidente Mugabe.