Ludopatie, il Tar blocca il piano della Regione

Ludopatie, il Tar blocca il piano della Regione

Prospera Giambalvo
Ottobre 20, 2017

I giudici amministrativi hanno infatti accolto un ricorso presentato dal Codacons contro i criteri seguiti nell'assegnazione dei fondi ad associazioni di volontariato ed a altri enti impegnati nel contrasto al gioco d'azzardo, effettuata in molte regioni senza la consultazione dell'Osservatorio per la prevenzione della ludopatia. Il Tar del lazio ha bloccato 3,1 milioni di euro diretti in Toscana concessi dal Ministero per contrastare il gioco d'azzardo. Il tribunale amministrativo del Lazio ha accolto un ricorso Codacons che contesta i metodi disposti per assegnare i fondi. I documenti delle regioni, fra cui la Toscana, indica inoltre "qualche contenuto generico, senza tuttavia dar conto delle azioni e delle sperimentazioni mese in campo dai proponenti, rendendo di fatto impossibile esprimere qualsivoglia valutazione di appropriatezza e di efficacia".

"Alcune Regioni - spiega il Codacons - avevano addirittura già stabilito associazioni private di loro gradimento cui affidare i finanziamenti, senza alcuna gara e predeterminazione dei criteri oggettivi di selezione, e in assenza dello specifico parere dell'Osservatorio per la prevenzione della ludopatia". Il Codacons esprime grande soddisfazione e ha evidenziato che in Toscana i fondi sarebbero andati ad associazioni di cui facevano parte consiglieri regionali.