Rubavano camion, escavatori e bobcat fermata banda di ladri catanesi

Rubavano camion, escavatori e bobcat fermata banda di ladri catanesi

Prospera Giambalvo
Ottobre 12, 2017

Sono tuttora in corso le ricerche di quattro destinatari dell'ordinanza.

Le indagini della squadra mobile di Ragusa hanno permesso di sgominare una banda di ladri seriali catanesi specializzati nel furto di macchine per il movimento terra e di materiale vario, per un 'bottino' complessivo stimato dagli investigatori in oltre 1 milione di euro.

Obiettivi della banda: camion, escavatori, gru, bobcat, ruspe, attrezzature di varia tipologia per lavori edili, pezzi di ricambio, vino, prodotti caseari, salumi e indumenti.

I danni sono stati notevoli per alcune aziende che sono state ridotte sul lastrico. Le indagini consentirono subito di individuare una delle due auto, di proprietà di uno degli indagati, che fu utilizzata per commettere il furto.

Avrebbero preso di mira attrezzature e materiale e sono indagate per furto e ricettazione.

Lo stesso facevano quando dovevano spartirsi il denaro denominato 'pesce', per eludere l'attivita' di intercettazione.Il gruppo criminale e' stato sgominato dalla polizia di Stato. Il gruppo commetteva i furti nei giorni feriali, mai il sabato e la domenica che invece erano dedicati alla famiglia. Da quel luogo, dopo avere pianificato i loro "interventi", partivano a bordo di auto per compiere i blitz. Il tutto pianificato nei minimi particolari ed ogni elemento di disturbo li faceva desistere per andare sul sicuro. La "squadra" era composta da più elementi, pochissimi per i sopralluoghi e almeno 10 per consumare i delitti. La polizia di Ragusa ha arrestato una banda con decine di persone, ritenute appartenenti a un gruppo criminale. La donna, considerata la minore gravità dei fatti commessi, è stata l'unica ad essere sottoposta agli arresti domiciliari, in quanto gli altri sono stati condotti in carcere. Queste frizioni hanno reso ancora più difficile l'indagine poiché gli indagati cambiavano spesso "barca" (come la chiamavano loro) ovvero squadra con la quale commettere reati. Le indagini sono state coordinate dal procuratore di Ragusa, Marco Rota, e dal sostituto Giulia Bisello. Nel marzo scorso invece è stata rivenuta un'autobotte rubata a Messina carica con 20 mila litri di vino (per un valore di 40 mila euro solo della merce trasportata); ad aprile è stata rivenuta della raccorderia e rubinetteria proveniente dal furto a Caltaqua, il recupero di un escavatore proveniente dal furto avvenuto a Catania e di un autocarro rubato ad Avola.

Agenti della squadra mobile in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare ha arrestato: Daniele Aulino, di 28 anni, di Catania, ; Francesco Belpanno, di 23, di Catania; Ciprian Binghiac, romeno di 33; Gaetano Fisichella, di 62 anni, catanese; Giovanni Fisichella, di 67, di Catania; Pietro Fisichella, di 58, di Catania; Gianluca Gobbi, di 45, di Roma; Giuseppa Indelicato, di 45, catanese; Salvatore Litrico, di 53, di Catania; Vincenzo Saia, di 22, di Catania; Agatino Strano, di 28, di Catania; Stefano Vitale, di 43, di Catania; Rosario Torrisi, di 42, di Catania.