Napoli, Dries Mertens: "Devo segnare tanto, questo è il mio nuovo compito"

Minervino Buccola
Ottobre 12, 2017

Dries Mertens nel suo nuovo ruolo da centravanti ha conquistato la platea azzurra, mettendo a segno gol a ripetizione: in questo inizio di stagione sono già nove le reti, sette in sette partite di campionato, ma per lattaccante belga non è abbastanza per essere avvicinato al “Pibe de Oro”. In unintervista rilasciata al Guerin Sportivo, lex PSV Eindhoven ha dichiarato: “Si possono fare paragoni con le reti, non con i giocatori. Quando venivo schierato da esterno offensivo ricevevo consensi anche solo per un assist.

Non solo la Juventus per la lotta Scudetto: "La Juve non è l'unica squadra da battere, ci sono gli altri club". Parlare di me in relazione a Maradona non può farmi che piacere, ma ho tanto rispetto. Maradona è una leggenda, ha fatto la storia del calcio. "Io sono Dries: voglio restare con i piedi per terra ed aiutare la squadra" chiude l'attaccante candidato nei 30 per il Pallone d'Oro.

Mertens è follemente innamorato della piazza partenopea: "Qui a Napoli il calcio è incredibile, la gente lo segue in maniera pazzesca: mi piace molto il modo di vivere. Amo il mare, il clima, il caffè, amo tutto di Napoli.Mi piace andare in giro, uscire a mangiare, conoscere gente nuova". "La Roma è forte ed ogni anno è ai vertici della Serie A. Ci attende una partita difficile, per noi è un ottimo test per capire ancora meglio il nostro valore". "Naianggolan, belga come me, è un grande giocatore che fa la differenza".