Intel: un chip quantistico da 17 qubit

Intel: un chip quantistico da 17 qubit

Saba Mula
Ottobre 12, 2017

IBM aveva recentemente presentato un prototipo a 17 qubit (Il processore quantistico più potente al mondo è di IBM: che cos'è) e Intel si pone adesso sulla stessa scia. Il chip ora sarà usato dall'olandese QuTech, che insieme a Intel porta avanti alcune ricerche sul quantum computing. In pratica, si può arrivare a creare un catalizzatore per il sequestro dell'anidride carbonica, un superconduttore a temperatura ambiente o magari scoprire nuovi farmaci.

Il computing quantistico rappresenta il non plus ultra del computing in parallelo e offre le potenzialità per risolvere problemi che i computer tradizionali non possono affrontare. Gli ingegneri di Intel sono riusciti a "confezionare" un chip a 17 qubit che può lavorare a temperature più elevate pur mantenendo una buona stabilità. Intel ha tra l'altro sottolineato che ora è in grado di produrre "con regolarità" chip contenenti quibit per il quantum computing. Non solo chip, quindi, ma anche software e applicazioni. "La nostra competenza nella fabbricazione, nell'elettronica di controllo e nell'architettura ci distingue e ci aiuterà mentre ci avventuriamo in nuovi paradigmi di calcolo, dal neuromorfico al calcolo quantistico".

Ma cosa sono i qubit e in cosa si differenziano dai tradizionali bit? Il nuovo chip è stato fabbricato da Intel e presenta un design esclusivo per raggiungere rendimenti e performance migliorati.