Inizia l'Eurolega di Milano: debutto questa sera contro il Cska

Inizia l'Eurolega di Milano: debutto questa sera contro il Cska

Prospera Giambalvo
Ottobre 12, 2017

Nelle sue 11 precedenti partecipazioni all'EuroLeague l'Olimpia è 5-6 nelle partite d'esordio, ma solo una di queste vittorie è arrivata in trasferta, nel 2010 proprio a Mosca 88-73.

Buon pomeriggio e benvenuti alla Diretta Live di CSKA Mosca - Olimpia Milano, prima giornata dell'Eurolega 2017-2018. In dubbio la presenza di Andrea Cinciarini: il capitano delle scarpette rosse è si partito con il resto della squadra, ma negli ultimi giorni non si è allenato per un problema al dito della mano. Prosegue il percorso riabilitativo Patric Young.

E l'Olimpia? Faccia tutta nuova, con coach Pianigiani che ha scelto: la coppia Theodore-Goudelock per assicurare leadership e pericolosità offensiva, Bertans e Micov per trovare consistenza sul perimetro, Gudaitis e Pandino Cusin vicino a canestro. Sappiamo che l'inizio ci obbliga a giocare contro tre delle migliori squadre al mondo fuori dalla NBA. Gli obiettivi prefissati dal coach sono a scadenza biennale: "Il desiderio è fare il meglio possibile, lottare su ogni pallone, essere duri mentalmente per dimostrare qualcosa a noi stessi prima che agli altri".

L'ex ct della nazionale italiana ha sottolineato dove intende lavorare.

" Questo è lo spirito con il quale dobbiamo avvicinarci alla competizione, senza il timore di non essere pronti - sappiamo che l'impatto può essere difficile - ma con la gioia di giocare, consci che a questi livelli dovremo resistere a sconfitte anche dure, perché succederà a tutti, anche alle squadre migliori, che hanno identità, continuità di roster e giocano per vincere". Bisogna sempre pensare ad ogni singola gara, ad ogni singolo possesso e soprattutto migliorare partita dopo partita. "A Mosca sono stato due anni e ho grandi ricordi perché non tutti possono dire di aver giocato due Final Four". "La nostra voglia è quella di scalare posizioni, partendo dall'ultimo posto dello scorso anno per poi arrivare entro un paio di anni a giocare davvero per i play-off".