Inter. Spalletti:

Inter. Spalletti: "Non siamo al massimo ma ci sono cose fatte bene"

Minervino Buccola
Settembre 30, 2017

Alle ore 13.30 l'allenatore nerazzurro parlerà del match di domani pomeriggio, ore 15.00, contro il Benevento di mister Baroni (qui le probabili formazioni di Benevento-Inter), e valido per la 7° giornata di Serie A. Seguite LIVE le sue parole.

"Abbiamo più soluzioni in quella zona di campo". Ci vogliono intuizioni pazzesche, in questo dobbiamo fare di più, soprattutto se siamo l'Inter. "Cercheremo di fare questo". Dobbiamo alzare creatività e fantasia in alcune giocate. Mano a mano che passano le partite diventa sempre pericoloso, noi non dobbiamo abbassare la guadra e il fatto che sia abbia un po' di vantaggio significa che devi pedalare forte per mantenerlo. Si dice dei bianconeri che come collettivo funziona meno degli azzurri.

Ognuno la può pensare come vuole. "Sappiamo che dobbiamo meritarci la presenza qui". I nostri calciatori hanno l'attenzione giusta e la determinazione giusta per fare un percorso importante. "La fortuna c'è e spesso va dalla parte di chi è convinto di fare le cose giuste e noi le stiamo facendo". Dal punto di vista dell'impegno è stato massimo, dal punto di vista del risultato no. Noi vogliamo andare ancora più avanti, abbiamo tempo, spazio e vogliamo andare ad occuparlo.

ICARDI - "Non vedo un calciatore che ha fatto male e quindi è da accantonare un momento oppure un calciatore che sta attraversando un periodo difficile". Nella ricerca di essere squadra ci sono state delle pause e fa parte di questo processo di cui si parlava prima. A Mauro chiedo di venire incontro qualche volta di più e lui è attento a questo aspetto e so che ne trarrà vantaggio. Queste cose non dovrebbero succedere a nessuno, ma ad una persona come lui ancora meno. L'ultima diagonale che ha fatto vedere contro il Genoa sa proprio di squadra. "Ci vuole più imprevedibilità". Non vedo nessun problema di un giocatore in particolare, tanto meno di Icardi. Forse bisogna verticalizzare un po' di più, anche palle non pulite che poi lui dentro l'area anche dai rifiuti tira fuori qualcosa. "Lì è tra i più forti che ho visto".

SU MORATTI - "Ci sono stato volentieri a cena, già subito ti dà questa sensazione del suo amore verso questi colori". Il suo amore, il suo orgoglio, i suoi sacrifici hanno determinato che l'Inter fosse conosciuta in tutto il mondo. Ed è anche molto competente di calcio, ti dà dei consigli che vanno assolutamente ascoltati. Stagione finita, invece, per Zinho Vanheusden, che ha riportato "una lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro" l'esito degli esami effettuati tra Milano e Anversa, e verrà sottoposto ad intervento a stretto giro di posta. Gli siamo vicini e lo aspettiamo perché l'Inter ha bisogno di questi talenti per progredire.