Calenda accusa la Raggi:

Calenda accusa la Raggi: "Non mi risponde al telefono, manderò un telegramma"

Prospera Giambalvo
Settembre 30, 2017

"Capisco che è piuttosto impegnata su altre cose, ma delle due l'una: se entro lunedì non ho ancora una conferma della data per l'incontro, io lo sconvoco il tavolo".

"Sono passati dieci giorni, la sindaca Raggi l'ho chiamata tre giorni fa, non mi ha risposto e ancora sto aspettando che mi richiami. Se non mi risponde che devo fare, mandare un telegramma?".

La sindaca però, a margine dell'udienza Anci con il Papa, risponde al ministro: "Se sconvocasse il tavolo - dice - farebbe un dispetto non a me, ma a Roma". Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, bacchetta la prima cittadina della Capitale nel suo intervento al convegno 'Crescita vs Crisi' all'hotel Parco dei Principi. "E' chiaro che un tavolo non basta per risolvere i problemi della città". Non è un lavoro per dire se lavora bene o male, i problemi di Roma non vengono da cinque minuti fa, e non tutti sono politici. "Lo trovo una cosa fessa, perché alla fine è il cadavere di Roma", ha poi aggiunto il ministro dello Sviluppo economico descrivendo le difficoltà nel contattare il sindaco di Roma. "Non c'è nessun intento di attribuire responsabilità - insiste- ma solo di mettere tutti attorno a un tavolo". "Poi si è sollevata la solita cagnara politica e così ti passa anche la voglia di farlo". Calenda ha quindi concluso: "Non penso che in qualche forza politica romana ci sia la tentazione di aspettare che passi il cadavere".