Semplici: Montella un grande, Spal si ricordi da dove veniamo

Minervino Buccola
Settembre 21, 2017

Il successo contro la Spal è prezioso, perché permette al Milan di scavalcare la Lazio, piazzarsi al quarto posto e non perdere terreno da Juventus, Napoli e Inter.

In vista del primo turno infrasettimanale, Vincenzo Montella pensa ad alcune modifiche nella squadra che partirà dal primo minuto contro la Spal, prima tra tutte la presenza di André Silva. Modulo? Siamo sulla linea di trovare un assetto definitivo, ma non ci sarà una squadra definitiva. Lo scorso anno la Serie A è stato il campionato europeo dove si è segnato di più, a dimostrazione di come la maggior parte delle squadre abbia perso qualcosa in termini di capacità difensiva: se il trend dovesse rimanere questo (l'anno scorso parecchi attaccanti insospettabili sono andati in doppia cifra), Andre Silva potrebbe portare parecchi +3 alle vostre squadre. Sono 11, non e' facile... E' chiaro che certi automatismi vanno migliorati alla svelta, come tante altre piccole cose. Per il resto non mi pare che abbiamo concesso molto, considerato il divario tra le due squadre. Assolutamente no, ha fatto molto effetto il trasferimento di Leo e ha messo pressione ma non sono preoccupato, al di là di errori che in una partita ci sono per tutti. "Rodriguez leader? Ricardo e' un giocatore di rendimento e di sostanza, ha un buon piede, difficilmente sbaglia un cross, si e' adattato velocemente al nostro campionato, e' giovane". In questo momento mi dà più certezze, poi ci possono essere due punte vere o una un po' più falsa. Antenucci? L'ho visto bene, so cosa può darmi. Soprattutto gli attaccanti, cui si richiede precisione a livello risolutivo, devono essere freschi. Ma Mirco sa di poter dare un contributo nell'arco della stagione.

Ancora incerta la presenza o meno in mezzo al campo di Davide Calabria, che nell'ultima gara ha giocato benissimo, non facendo rimpiangere la mancanza per infortunio del nuovo acquisto Andrea Conti. "Era Paulo, ma il Palermo ce lo soffiò".

"Ho visto diverse partite di questa stagione - prosegue Montella - e devo dire che la Spal gioca con grandissimo ordine, compattezza, con logica e con pericolosità offensiva".