Bonus cultura da 500 euro confermato per i 18enni

Bonus cultura da 500 euro confermato per i 18enni

Prospera Giambalvo
Settembre 21, 2017

Tuttavia prima della registrazione bisognerà ottenere il cosiddetto Spid - il Sistema Pubblico di Identità Digitale, che andrà richiesto tramite analoga registrazione presso uno dei seguenti siti: InfoCert, Poste Italiane, Sielte e TIM, identificati come Identiy Provider, che in vario modo possono fornire l'accredito digitale. Quest'ultimo avviso, sul sito cartadeldocente.istruzione.it si è reso necessario perché ai docenti è arrivato solo l'accredito per l'anno scolastico 2017/18, ma non le somme residue relative agli anni 2016/17 e, come prevedibile, l'assistenza tecnica è stata presa d'assalto.

Questo Bonus Cultura per i ragazzi classe 1999 è previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2017, "Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 15 settembre 2016, n. 187, recante i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e successive modificazioni" in cui si legge le queste norme possono essere applicate, nei termini previsti, anche dai soggetti che compiono 18 anni nell'anno 2017.

Cosa si può acquistare con la carta?

Per ricevere il bonus giovani del valore di 500 euro, i ragazzi devono registrarsi per farsi assegnare una sorta di carta di identità virtuale.

Bonus Cultura 2017: come richiederlo?

L'acquisto può essere completato in diversi modi: stampando il buono e presentandolo alla cassa; presentando alla cassa un dispositivo (ad esempio smartphone o tablet) e visualizzando i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. In alternativa c'è anche il servizio a domicilio, ma in questo caso dovrete pagare 14,50€.

Ciascun insegnante in possesso di una utenza SPID (chi non la possiede può richiederla) potrà accedere da subito al bonus dei 500 euro previsti per l'anno scolastico 2017-2018. In base a quanto riporta Italia Oggi, su stime Miur, sono quasi 9 su 10 i docenti che risultano registrati (635.098 su 723.950 previsti).

Bonus Cultura 2017: cosa comprare?

Inoltre si estende alla musica la fascia di attività finanziabili con il bonus: i beneficiari potranno acquistare "musica registrata" sia su supporto fisico che digitale oltre a corsi di musica, teatro e lingue straniere.