Renzi: proviamo a fare la legge elettorale ma non abbiamo la maggioranza

Renzi: proviamo a fare la legge elettorale ma non abbiamo la maggioranza

Prospera Giambalvo
Settembre 20, 2017

Che dire? Nessuno di noi vuole evitare a priori di ipotizzare soluzioni alternative, a condizione però che si tratti di realtà concrete o di possibilità basate quantomeno sul buon senso. Lo ha detto Matteo Renzi a Cartabianca su Rai 3. "Io sono il candidato premier, lo hanno deciso le primarie ma chi farà il premier non lo decide il Pd se non arriva il 40%" ma "io sono convinto che il Pd possa farcela ad arrivare al 40%". "Nei sondaggi Fi è la metà del Pd".

Forse non ci rendiamo bene conto ma in questa vicenda si è andati a gettare fango, e non poco, anche sull'Arma dei Carabinieri, in primis sul Comandante Generale Tullio Del Sette, quasi ipotizzando che la sua nomina e successiva conferma sia stata l'esito di chissà quale lugubre intrallazzo politico-istituzionale.

Roma, 19 set. (askanews) - "Ci abbiamo provato, ci proviamo, ci proveremo" a fare una legge elettorale. Ma il Pd da solo non ha i numeri e fare la legge dipende dagli altri. "Se non ci sono i numeri non è che si possono stampare", prosegue. "Dare colpa di tutto al Pd, mi pare ingeneroso". "Quando si vota lo decide Mattarella, per me la campagna elettorale inizia a gennaio ma più che dei posti in parlamento ora occupiamoci dei posti di lavoro". "Non credo che la campagna elettorale sia partita. Io penso che il Pd deve cercare di arrivare al 40 per cento non da solo, ma con le associazioni, i movimenti civici, i sindaci che in questo momento non si riconoscono in nessuna forza politica", ha spiegato il segretario del Pd.