Caos voli Ryanair. Delrio: no rischi per offerta su Alitalia

Caos voli Ryanair. Delrio: no rischi per offerta su Alitalia

Bruto Chiappetta
Settembre 20, 2017

I passeggeri danneggiati sono 400mila. Gli ultimi casi che sono scoppiati, quelli di Puglia e Abruzzo, sono emblematici di una politica economica che esclude la nazionalizzazione di un settore che da anni registra guadagni clamorosi con possibilità di inserirsi in un contesto di grossi cambiamenti mondiali (l'apparizione dei voli intercontinentali a basso costo), il tutto confacente alla politica di sviluppo turistico nazionale, ma che allo stesso tempo fa sì che uno dei contendenti sia mantenuto in pratica dallo Stato stesso (e paghi le tasse altrove e imponga contratti di lavoro irlandesi).

Tuttavia, l'iniziativa di Ryanair è stata duramente contestata dal Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio che ha dichiarato: "Non si fanno sconti a nessuno".

"Allo scopo di chiarire alcune criticità che sono emerse dai reclami dei passeggeri e dalle verifiche effettuate direttamente sul sito web di Ryanair nella sezione dedicata alle cancellazioni, l'Enac - riferisce - ha disposto una convocazione d'urgenza della compagnia per giovedì 21 settembre, presso la Direzione Generale dell'Ente".

Il Ministro ha inoltre sottolineato l'importanza del rimborso dei biglietti. "In merito alle numerose cancellazioni di voli programmate da Ryanair fino alla fine di ottobre, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, come da mandato istituzionale e in qualità di Organismo Nazionale responsabile per la corretta applicazione del Regolamento Comunitario n. 261 del 2004, sta effettuando un monitoraggio per verificare se la compagnia irlandese stia effettivamente rispettando i diritti che la normativa comunitaria assicura ai passeggeri in caso di cancellazione dei voli", riferisce l'Enac. "A noi interessa tutelare i diritti dei passeggeri".

Se Ryanair ha delle offerte da fare per Alitalia " le farà", perché è una azienda "sana". Ciò vuole dire, rimborsi completi, riprogrammazione dei voli e anche le compensazioni, ovvero le multe per i disagi creati.