Truffa anziani pensionati: in manette una dipendente di Poste Italiane

Truffa anziani pensionati: in manette una dipendente di Poste Italiane

Prospero Rigali
Settembre 20, 2017

La donna è accusata di peculato e truffa e al momento è ai domiciliari.

Secondo l'accusa, la dipendente si appropriava di somme di denaro durante alcune operazioni fatte da persone anziane su libretti postali o durante i pagamenti di bollettini. L'operazione denominata "Easy Money", coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, diretta dal procuratore Aldo Policastro, si è sviluppata tra maggio e settembre dell'anno in corso. Dopo la segnalazione del direttore dell'ufficio postale di Grottaminarda, è scattata l'indagine che si è sostanziata in videoriprese ed appostamenti di polizia giudiziaria con conseguente individuazione delle vittime dei reati che hanno immediatamente collaborato sporgendo querela.

È pure emerso che l'attività delittuosa è stata reiterata con modalità diversificate in relazione alle svariate persone offese.

Il Gip ha anche disposto il sequestro preventivo degli importi che, a detta degli inquirenti, l'impiegata, difesa dall'avvocato Giuseppe Romano, avrebbe sottratto.

La misura in questione riconosce definitivamente il fenomeno delle attività criminose a danno delle fasce deboli e, a seguito delle specifiche attività di riscontro, rappresenta un'idonea risposta ad un fenomeno crescente che necessita continuamente di adeguate sanzioni.