L'orgoglio della Joya:

L'orgoglio della Joya: "Basta paragoni con Messi, io sono Dybala"

Minervino Buccola
Settembre 19, 2017

E Dybala era al centro di tutto, pronto anche a dribblare i paragoni con Messi.

"Avevamo parlato prima della partita e mi ha detto dopo il secondo goal che dovevo fare la tripletta. Nascondono, però, limiti che puntualmente vengono a galla nelle gare europee di alto livello...". Domani sera, contro la Fiorentina, altro giro e magari altro regalo perché non si vede davvero come Allegri possa scegliere di rinunciare al suo miglior giocatore, pur senza dimenticare che sabato sarà tempo di derby e mercoledì 27 il giorno in cui, arrivando allo Stadium i greci dell'Olympiakos, non si potrà steccare.

Sulla prestazione: "A tratti siamo riusciti a mettere sotto la Juve, ma poi con le loro qualità sono bastate tre giocate per chiudere la partita". "Mi alleno tanto - dice -, soprattutto sulle punizioni: scommetto con Miralem e sono obbligato a segnare per vincere questa sfida". Durante il programma JTalk, la "Joya" argentina è intervenuto sulla sua ottima condizione, considerando che è uno dei bianconeri più in forma, grazie anche ai 10 gol segnati in questa nuova stagione.

In seguito alle ottime prestazioni con la sua Juventus, Dybala è stato intervistato a JTV, rilasciando diverse interessanti dichiarazioni, soprattutto in merito al paragone con Messi. "Ma sono tutte importanti". "Leo ha vinto tanto, spero di farlo anche io". "Per ora sono in vantaggio, ma lui è pericoloso".

"Mi fa piacere, la gente apprezza il mio gioco".