Virtus Francavilla-Catania: Top e Flop dopo il primo tempo

Virtus Francavilla-Catania: Top e Flop dopo il primo tempo

Minervino Buccola
Settembre 17, 2017

E' un altro Catania, cinico dopo le atroci sofferenze del primo tempo. Rossazzurri che poi tracimano letteralmente nella ripresa, dopo gli innesti di Ripa e Russotto in attacco e il contemporaneo sbilanciamento dei pugliesi, proiettati in avanti alla ricerca del pareggio.

VIRTUS VIVA, CATANIA SPUNTATO - La Virtus Francavilla è più aggressiva e attacca soprattutto sulla destra, dalle parti dell'esplosivo Ayina, mentre al Catania, lento e macchinoso, non riesce il solito gioco basato su verticalizzazioni e attacco della profondità. Russotto dunque guarda dalla panchina il calcio d'inizio di una gara che inizia subito a ritmi molto alti.

Alla mezz'ora è il turno di Saraniti a saggiare i riflessi di Pisseri con una conclusione dalla medio-lunga distanza. Le squadre lottano per il predominio del centrocampo e per il primo quarto d'ora non si registrano grosse emozioni.

Proprio dopo la sconfitta con il Catania, una settimana fa si era dimesso l'allenatore del Lecce. Biagianti viene atterrato in area da Buono e dal dischetto ecco Ciccio Lodi firmare il suo primo gol rossazzurro spiazzando il portiere. Un Catania concreto e pratico che vince la prima gara in trasferta della sua stagione e sale a quota 7 in classifica. Dentro Ripa e Russotto per Curiale e lo stesso Di Grazia.

CURIALE - Il numero 11 rossazzurro non prevenuto dopo i primi quarantacinque minuti di gioco. Gli squilli biancazzurri di Saraniti e Sicurella non spaventano Pisseri, al 66' Russotto chiude, di fatto, l'incontro, disegnando una traiettoria imparabile per Albertazzi. Ma dai senatori è partita la riscossa. È una vittoria corroborante, che dà fiducia all'ambiente e lascia intravedere le grandi potenzialità di una rosa profonda e dalle grandi qualità: il cammino adesso è tracciato, sabato prossimo contro la Fidelis Andria sarà necessario continuare a percorrerlo.

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi; Prestia, Maccarrone (dal 78' De Toma), Abruzzese; Albertini, Buono (dal 66' Biason), Folorunsho, Agostinone (dal 76' Delvecchio); Sicurella (dal 76' Di Nicola); Saraniti, Ayina (dal 66' Ayina).

Catania (3-5-2) Pisseri 6,5; Aya 6,5 (dal 19' s.t. Blondett 6,5), Tedeschi 7, Bogdan 7; Semenzato 6,5, Caccetta 6,5, Lodi 7, Biagianti 7 (dal 37' s.t. Bucolo s.v.), Marchese 7 (dal 37' s.t. Djordjevic 6,5); Di Grazia 6,5 (dal 15' s.t. Russotto 8), Curiale 5,5 (dal 15' s.t. Ripa 6).