Inter, Skriniar:

Inter, Skriniar: "Non benissimo, ma contava vincere"

Minervino Buccola
Settembre 17, 2017

Handanovic è stato molto bravo ma l'occasione per noi era ancora più clamorosa.

Vittoria sofferta ma importantissima per Candreva e compagni, tre punti che arrivano nonostante una prestazione tutt'altro che entusiasmante, ed è proprio per questo che in casa Crotone resta tanto rimpianto per una partita che lascia tanti rimpianti a Nicola ed ai suoi calciatori. A Luciano Spalletti non era mai capitato di partire con quattro successi consecutivi e per larghi tratti della partita sembrava che nemmeno stavolta fosse la volta buona: troppo lenta, statica e prevedibile la manovra della sua squadra, con Mauro Icardi nel nuovo look biondo assolutamente inconsistente e João Mário sprecone nell'unica azione degna di nota del primo tempo.

Il destro di Candreva non preoccupa Cordaz, ma è il preludio al finale targato Inter.

Il secondo tempo riparte con gli stessi 22 uomini in campo. Spalletti non è assolutamente contento e al 57' opera il primo cambio, con Vecino che rileva Gagliardini.

Ecco com'è andata la gara delle 15:00, con l'Inter in cerca di 3 punti per conquistare la vetta solitaria. Ma l'Inter rischia ancora di andare sotto: Rohden sorprende i centrali nerazzurri inserendosi sul taglio di Stoian, la risposta di Handanovic sulla sua incornata è semplicemente strepitosa.

L'Inter è lenta e il Crotone può approfittarsene.

Ore 16:42 - L'Inter passa in vantaggio al minuto 82 con Skriniar: caparbio lo slovacco che raccoglie la torre di Vecino punizione da sinistra, approfitta di un rimpallo e trova la zampata vincente rasoterra a beffare Cordaz.

Apre la quarta giornata del campionato di serie A l'anticipo pomeridiano del sabato tra Crotone e Inter. Una grande chance per parte, Joao Mario al 28' per l'Inter e al 42' con Martella per il Crotone.