Test Psicologia annullati, mobilitati studenti Sapienza

Prospera Giambalvo
Settembre 16, 2017

La facoltà di Psicologia dell'università La Sapienza di Roma ha deciso venerdì, con decreto rettorale, di annullare il test d'ingresso per le magistrali di psicologia (svoltosi il 4 settembre, ndr.) portando come motivazione l'irregolarità di 40 quesiti presenti nella prova, perché già presenti nell'esame dello scorso anno. A presentarsi, lo scorso 4 settembre, furono più di 1.500 giovani. E ancora: 'dette disfunzioni nella correzione dei test di ammissione hanno reso i risultati della prova, così come cristallizzati nella graduatoria, non utilizzabili ai fini di una oggettiva e imparziale selezione dei candidati e della meritevolezza degli stessi'. Inoltre, sono stati riscontrati diversi problemi informatici che hanno di fatto impedito una regolare correzione del test.

Ma soprattutto La Sapienza, ha seguito delle rimostranze degli studenti, ha registrato una "disfunzione tecnica nei sistemi di correzione informatizzata degli elaborati, che ha condotto a un insanabile e generalizzato disallineamento tra elaborati e griglie di correzione, tale da comportare una errata formulazione della graduatoria".

Tutto da rifare per la prova dunque e figuraccia per la Sapienza, che si impegna a rimborsare chi sosterrà delle spese per venire a sostenere nuovamente il test. Ora gli studenti saranno avvertiti con un anticipo di 15 giorni e dovranno recarsi nuovamente a sostenere la prova. Su Facebook si rincorrono le testimonianze e la rabbia degli studenti incolpevoli. vittime degli errori dell'università, tra caos e annunci di proteste e ricorsi. Mentre gli studenti aspiranti psicologici annunciano battaglia e mobilitazioni per scongiurare il ripetersi del test.