Russiagate, allo studio un accordo tra Trump e Assange

Russiagate, allo studio un accordo tra Trump e Assange

Prospera Giambalvo
Settembre 16, 2017

Lo scrive il Wall Street Journal rivelando che mercoledì scorso Dana Rohrabacher, il deputato repubblicano notoriamente vicino alla Russia che nei mesi scorsi ha incontrato Assange nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra dove è rifugiato, ha telefonato al capo dello staff di Donald Trump, John Kelly, per illustrare i termini di questo eventuale accordo. Secondo il Journal, Trump non sarebbe stato informato nei dettagli del piano del deputato Gop. In cambio di un atto di clemenza - questa la proposta di Rohrabacher - Assange dovrebbe presentare una serie di prove (un disco rigido di pc o qualcosa di analogo) che secondo la deputata dovrebbero poter dimostrare l'estraneità della Russia nelle operazioni di hackeraggio del partito democratico Usa nella campagna per le presidenziali del 2016.

Fonti della Casa Bianca hanno confermato che Rohrabacher ha presentato la sua proposta a Kelly che avrebbe però rifiutato di negoziarla affermando che "era meglio discuterne con l'intelligence community".

Secondo lo stesso Wsj Facebook, intanto, avrebbe consegnato al procuratore speciale del Russiagate, Robert Mueller, documentazione dettagliata sugli acquisti russi di pubblicità durante la campagna elettorale. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.